Un sovversivo Carlo d’Inghilterra tuona contro il capitalismo: all’umanità solo 8 anni di tempo per salvarsi

Emiliano Condò
Pubblicato il 11 Luglio 2009 10:03 | Ultimo aggiornamento: 11 Luglio 2009 10:03

Il capitalismo e il consumismo stanno portando il mondo al collasso.Parola di un pericoloso sovversivo? No, di erede al trono. Si tratta, infatti,  di un brano del discorso di Carlo d’Inghilterra a un gruppo di industriali inglesi.

Secondo i calcoli del  principe, accalorato e vagamente pessimista, al genere umano rimangono solo 8 anni di tempo per invertire la tendenza e tentare di salvarci.

«La stagione della convenienza è finita – ha tuonato il principe – se non cambiamo l’incubo che si profila all’orizzonte diventerà realtà».

Per l’erede al tuono, il discorso è da intendersi come un primo tentativo di presentare in un sistema filosofico coerente le minacce all’ambiente nel contesto di un modello di sviluppo decadente. Carlo d’Inghilterra ha scomodato persino Adam Smith, consapevole, a suo giudizio, delle ricadute di un materialismo senza freni.

Se non si agisce tempestivamente, secondo il principe di Galles, i danni all’ecosistema saranno irreversibili e catastrofici.

Al di là del ben predicare, però, più di una volta l’erede al trono è stato criticato per le spese stravaganti: costosi viaggi in giro per il mondo, staff in soprannumero e tasse versate, che nonostante gli enormi profitti generati dal suo Duchy in Cornovaglia, si assottigliano anno dopo anno.