Energia Usa / Dal 2012 nuovi standard per l’illuminazione. Via le vecchie lampadine, arrivano le nuove a basso dosaggio. L’america potrebbe risparmiare 4 miliardi di dollari l’anno e emettere 594 milioni di tonnellate di emissioni nocive in meno

Pubblicato il 1 Luglio 2009 0:17 | Ultimo aggiornamento: 1 Luglio 2009 16:01

Continua l’impegno dell’amministrazione Obama a favore dell’ambiente. Il Dipartimento d’Energia degli Stati Uniti ha stabilito nuovi standard per l’illuminazione, che entreranno in vigore dal 2012, e che permetteranno di risparmiare grandi quantità di energia (e quindi anche di soldi) sostituendo gli attuali sistemi d’illuminazione esistenti negli uffici, nelle case e nei luoghi pubblici, con lampade di nuova generazione a basso dosaggio e di migliore efficenza.

Le vecchie lampadine finiranno in soffitta perchè anche se sono un cimelio che ci portiamo dietro da 130 anni, consumano troppo, con danno relativo per l’ambiente e per le tasche di tutti noi.

Il dipartimento ha fatto sapere che con queste nuove norme e con le nuove lampadine che verranno sostituite alle vecchie, gli Stati Uniti potrebbero risparmiare fino a 4 miliardi di dollari l’anno ed evitare fino a 594 milioni di tonnellate di emissioni di biossido di carbonio, come se si togliessero improvvisamente dalle strade per un anno circa 166 milioni di auto. Un dato ancora più impressionante se calcolato sul lungo periodo.

Come sottolinea Andrew deLaski, direttore esecutivo della Appliance Standards Awareness Project, un gruppo ambientalista vicino all’amministrazione Obama, «nei prossimi 30 anni(ovvero dal 2012 al 2042, ndr) il risparmio totale potrebbe essere tra i 500 bilioni e 1,2 triliardi di kw/h. Ovvero quanto oggi consumano mediamente le famiglie americane in un anno».