Vespa velutina o Calabrone killer anche in Italia: “In Francia già sei morti”

di Redazione blitz
Pubblicato il 8 Giugno 2015 16:34 | Ultimo aggiornamento: 8 Giugno 2015 16:34
Vespa velutina o Calabrone killer anche in Italia: "In Francia già sei morti"

Vespa velutina

ROMA – Scatta l’allarme per la vespa velutina (nome scientifico, Nigrithorax) che in Francia ha già ucciso sei persone. L’insetto, originario dell’Asia, è noto anche come “calabrone killer” ed è arrivata in Italia.

Si tratta di una vespa più piccola del normale, e più scura di quelle comuni. Finora alcune persone sono già state punte, senza gravi conseguenze. Come ha spiegato Alessandra Ripari, segretaria del consorzio apistico provinciale, al Resto del Carlino,

“per adesso sappiamo che è diffusa a Cuneo, Alessandria e Imperia. Il pericolo per le api è altissimo, dal momento che la vespa velutina le mangia, sbucciandole quando sono ancora vive. Dopo averle catturate, le spezza e poi toglie la parte esterna per cibarsi dei muscoli del torace”.

“Per le persone, invece, è da considerarsi più pericolosa in quanto molto più aggressiva dei nostri calabroni. Un uomo in Francia è morto proprio perché, inavvertitamente, tagliando l’erba, ha distrutto un loro nido. Le velutine infatti costruiscono la casa anche tra i cespugli o a livello del terreno. Le coltivazioni, invece, non dovrebbero subire danni particolari”.

La segretaria però  tranquillizza sul pericolo di decesso in seguito alle punture di questo insetto: la sua pericolosità sta principalmente nella sua aggressività, ma per arrivare alla morte il soggetto deve avere già sviluppato un’allergia alle punture delle vespe e dei calabroni in generale, anche quelli europei.

5 x 1000