Veterinario fa foto con leone ucciso: e il canile lo caccia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Novembre 2015 6:25 | Ultimo aggiornamento: 8 Novembre 2015 21:34
Veterinario fa foto con leone ucciso: e il canile lo caccia

Veterinario fa foto con leone ucciso: e il canile lo caccia

TORINO – Luciano Ponzetto non è più il direttore sanitario del canile di Caluso, in provincia di Torino. Il veterinario è stato cacciato dopo la bufera per la foto apparsa su internet che lo ritrae al fianco di un leone ucciso in un safari.

A dare la notizia ufficiale della cacciata di Ponzetto è stato Luciano Sardino, presidente del consiglio direttivo della delegazione di Caluso della Lega Nazionale per la Difesa del Cane di Ivrea. Sardino ha spiegato che la decisione di cacciare il veterinario torinese è stata presa al termine di una lunga riunione tra i soci del canile di Caluso, che ospita 150 animali.

Una decisione che non poteva essere rimandata quella dell’allontanamento di Ponzetto. Il canile infatti è contrario a qualsiasi dorma di abuso o caccia di animali, siano essi selvatici o domestici. La foto in cui Ponzetto appare vicino al leone ucciso durante un safari ha scatenato le reazioni del web e non solo. Davanti allo studio del medico veterinario nei giorni scorsi erano apparsi cartelli e striscioni in cui il veterinario veniva aspramente criticato:

“Voi lo pagate per salvare e poi uccide”?,

recitava uno degli striscioni affissi proprio fuori allo studio di Ponzetto. Il canile dunque non ha potuto far altro che constatare quanto accaduto e cacciare il veterinario, spiegando in una nota:

“Ci teniamo a sottolineare con forza la nostra totale contrarietà rispetto a qualsiasi forma di caccia o abuso su animali, selvatici o domestici essi siano . Vogliamo anche evidenziare l’iniziativa scorretta e discutibile da parte dell’Enpa”.