Zanzare continuano a pungere: autunno troppo caldo, proliferano in Italia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Ottobre 2019 14:36 | Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre 2019 14:36
Zanzare proliferano con caldo autunno

Foto archivio ANSA

ROMA – Anche se l’estate è finita, l’allarme zanzare resta in Italia, complice un autunno piuttosto caldo. Le temperature ben oltre la media di questo ottobre 2019 ha fatto proliferare le larve nell’acqua che ristagna, con il risultato che questi fastidiosi insetti si sono riprodotti e continuano a pungere. Non solo punture pruriginose, in questo modo aumenta anche il rischio di diffusione delle malattie di cui sono veicolo. 

I cambiamenti climatici, secondo gli esperti, comportano lo spostamento dell’habitat di questi insetti a latitudini e altitudini insolite. Anche in Italia le temperature oltre le medie stagionali ne hanno favorito la proliferazione. Per debellare i fastidiosi insetti si stanno studiando diverse tecnologie per evitare che si diffondano o comunque limitarle.

Ad esempio, a Bologna è stata avviata con successo una sperimentazione della lotta biologica alla zanzara tigre  immettendo esemplari maschi che non possono riprodursi. Uno dei modi più facile per prevenire la proliferazione, e che tutti possiamo attuare, è quello di tenere asciutti i sottovasi, prevenendo così che le larve possano crescere e diffondersi. (Fonte Leggo)