Alzheimer: i malati saranno 799 mila nel 2030

Pubblicato il 15 Settembre 2011 16:50 | Ultimo aggiornamento: 15 Settembre 2011 16:51

ROMA – I malati di Alzheimer oltre i 60 anni nel 2010 erano 581mila, ma nel 2020 saranno 667mila e nel 2030 799mila. Lo evidenziano le stime dell'Istituto Superiore di Sanita' riportate nel 'Vademecum sull'Alzheimer', realizzato dal Censis e dall'Aima e presentato oggi.

In generale, si sottolinea nel Vademecum, la progressione della disabilita' secondo la stima del Censis passera' dal 6,7% del 2010 al 7,9% del 2020, per arrivare al 10,7% nel 2040.

''Una malattia di destrutturazione come l'Alzheimer si va ad inserire in una crescente destrutturazione del sistema Welfare'' ha detto Giuseppe De Rita, presidente del Censis. E ''non esistono ad esempio neanche polizze assicurative che consentano di intervenire sulla non autosufficienza oltre gli 80 anni – ha spiegato De Rita – c'e' l'impressione che si abbia paura di fronteggiare questa malattia''.

''Un ruolo centrale e' ricoperto dalle associazioni dei malati, che anche attraverso iniziative come questo vademecum, vanno ad intervenire per sopperire alle carenze delle strutture sanitarie tradizionali – ha concluso il presidente del Censis – Un segnale ulteriore della sottile trasformazione civile di questo Paese''.