Antartide invasa dagli alieni? “Sta nascendo un biodiversità mai vista”

Pubblicato il 6 Marzo 2012 8:29 | Ultimo aggiornamento: 6 Marzo 2012 8:29

ANTARTIDE – In Antartide non c’è solo ghiaccio, esistono anche aree che hanno un clima più temperato. E proprio in queste zone, avvertono gli scienziati, sta nascendo una biodiversità “aliena”, nel senso che grazie ai turisti e alla circolazione, dunque, da e verso l’Antartide, arrivano nella zona semi di piante assolutamente estranee all’ambiente autoctono.

Ne parla la Bbc, citando una ricerca delle società biologiche inglesi e non: “Le persone nel passato sono state scettiche, dicendo è in massima parte coperta di ghiaccio, perciò non ci si stabilirà nessuna pianta”, dice il ricercatore Steven Chown dell’Università del Sudafrica. “Si scordano però che probabilmente meno dell’1%, in ogni caso un’area significativa, è libera dai ghiacci – e una parte di essa è nella regione della penisola, e si sta scaldando molto velocemente”.

La temperatura della penisola si sarebbe innalzata anche di 3 gradi nell’ultimo mezzo secolo, “ben più della media globale”. Così, la biodiversità dell’Antartide si sta arricchendo in maniera inaspettata: oltre ai caratteristici “muschi e licheni”, comuni vicino, soprattutto, ai soffioni vulcanici dell’isola, ci sono piante ed animali che arrivano “dall’emisfero Australe” o persino da territori più a nord.

“Quel che abbiamo scoperto è che le scarpe e le borse delle persone erano le cose con più materiali attaccati”, ha detto Kevin Hughes del British Antarctic Survey. “Immagino che la suola delle scarpe sia un posto ideale per i semi, ma li abbiamo trovati in vari capi di abbigliamento, senza problemi”. Così, risulta che “almeno 70mila semi arrivano in Antartide ogni anno”, arricchendo la popolazione autoctona che nella penisola consiste in “due specie di piante indigene”.