California: boom di chihuahua abbandonati, colpa di Paris Hilton

Pubblicato il 10 Dicembre 2009 18:57 | Ultimo aggiornamento: 11 Dicembre 2009 11:55

paris_hilton3Prima avere un chihuahua al guinzaglio faceva tendenza, era l’effetto Paris Hilton. Adesso che le “cattive ragazze” non vanno più di moda, a rimetterci sono proprio i loro cagnolini preferiti: a Beverly Hills gli ospizi per cani hanno registrato di recente un afflusso record di animali che fino a poco tempo fa illustravano le pagine dei rotocalchi.

«Lo chiamiamo il fenomeno Paris Hilton» – ha detto Deb Campbell, portavoce della protezione animali di San Francisco secondo cui un terzo della popolazione a quattro zampe degli shelter è rappresentato in questi giorni da chihuahua. Sul banco degli imputati è dunque la cultura di Hollywood dopo che Tinkebell, il micro-cane di Paris, aveva creato un aumento della richiesta sulla scia di Bruiser, che accompagnava Reese Witherspoon in “Legally Blonde” e Gidget, star di una popolare serie di spot della catena di fast food Taco Bell.

Ma il chihuahua è un cane fragile e nervoso e molti padroni si sono trovati impreparati a trattarlo mentre l’eclissi di fama della ereditiera e delle sue compagne di avventure hanno fatto diventare fuori moda anche i loro piccoli amici a quattro zampe.