Carceri: detenuto tossicodipendente muore a Foggia

Pubblicato il 17 Aprile 2012 11:52 | Ultimo aggiornamento: 17 Aprile 2012 11:53

FOGGIA – Un giovane detenuto tossicodipendente di 28 anni, di Manfredonia (Foggia) e' morto nel suo letto in una cella del carcere di Foggia. Ne da' notizia il segretario nazionale del Sappe, Federico Pilagatti.

Il giovane era sottoposto a processo d'appello per una condanna ad un anno e sei mesi di reclusione per furto aggravato. Secondo Pilagatti, i suoi compagni di cella non si sono accorti di nulla e quando questa mattina e' stato dato l'allarme, il medico di guardia ha solo potuto constatare la morte.

''Il Sappe – si legge in una nota – ritiene che forse in questi casi non c'entra il sovraffollamento, o le condizioni di vita all'interno delle celle, ma altri fattori". Il sindacato poi si interroga sull'opportunita' della presenza di ''migliaia di tossicodipendenti nelle carceri''. ''Forse – conclude Pilagatti – sarebbe meglio curare questi malati in maniera diversa, poiche' alla fine del percorso non si recupera nulla e nessuno''.