Caso Lavitola, De Gregorio: “Mi autosospendo da incarico Nato”

Pubblicato il 17 Aprile 2012 19:56 | Ultimo aggiornamento: 17 Aprile 2012 20:37

ROMA – Il senatore del Pdl, Sergio De Gregorio, coinvolto nell'inchiesta Lavitola, ha deciso di autosospendersi da presidente della delegazione italiana presso l'assemblea parlamentare della Nato ''fino a quando il Senato non si sara' pronunciato sulla mia vicenda personale'' come ha annunciato lo stesso senatore.

''Il giudice per le indagini preliminari di Napoli, dottor Dario Gallo, nel richiedere la misura cautelare degli arresti domiciliari nei miei confronti – scrive De gregorio in una nota- ha riconosciuto 'il corretto comportamento, la correttezza istituzionale e l'apprezzabile disponibilita' a chiarire la posizione'. Nel rispetto di questa consapevolezza, e' mio dovere autosospendermi dall'esercizio delle funzioni di Presidente della Delegazione Italiana presso l'Assemblea Parlamentare della Nato fino a quando il Senato non si sara' pronunciato sulla mia vicenda personale''. ''Nel frattempo – anticipa De Gregorio – chiedero' al Vice Presidente della Delegazione, il senatore Antonello Cabras, di rappresentare la Presidenza in occasione dei vertici internazionali e nelle attivita' gia' programmate''.