ECOLABEL, MARCHIO CHE UNISCE SVAGO E SALUTE

Pubblicato il 3 Luglio 2010 1:25 | Ultimo aggiornamento: 2 Luglio 2010 15:27

Il marchio Ecolabel, il rispetto dell’ambiente durante una vacanza e il miglioramento delle strutture ricettive per raggiungere gli standard europei in materia di sostenibilita ambientale. Questi alcuni dei temi al centro del convegno ‘Turismo, ambiente, salute: il marchio Ecolabel fiore all’occhiello delle strutture turistichè, promosso dall’Arpa Lazio nell’ambito del Sanit 2010.

”Il marchio Ecolabel e’ sicuramente l’anello di congiunzione tra turismo e salute – ha detto l’assessore al Turismo della Regione Lazio Stefano Zappala’ – ma quello che manca e’ la cultura dell’ambiente che non e’ tanto diffusa. Per questo chiedero’ all’Arpa Lazio di venire ad insegnare alla scuola di alta formazione sul turismo che intendo far partire in autunno”.

”Nella politica del turismo riuscire ad avere un unico marchio europeo, come quello Ecolabel, sarebbe meglio – ha detto il presidente di ATLazio Federica Alatri – il turismo ambientale è un segmento dotato di forti potenzialità di sviluppo e può giocare un ruolo di punta. In questo senso vanno incoraggiate le esperienze positive promosse dagli enti pubblici e le ‘buone pratiche’ provenienti dall’imprenditoria privata, che anche nel Lazio iniziano a diffondersi nel settore dell’ospitalità con gli ecoalberghi, gli ‘alberghi diffusi’ e gli agriturismi’.

”Adeguare le strutture ricettive alla sostenibilita’ ambientale sicuramente offre dei risparmi in termini di energia alternativa – ha detto il presidente di Federalberghi Roma Giuseppe Roscioli – anche se bisogna considerare che esistono dei tempi materiali per l’aggiornamento e la ristrutturazione delle strutture. Il problema e’ che questi sono molto lunghi”.