Facebook, il fondatore Zuckerberg perseguitato da uno stalker: “Sono pronto a morire per te”

Pubblicato il 8 Febbraio 2011 19:38 | Ultimo aggiornamento: 8 Febbraio 2011 20:09

ROMA – Anche Mark Zuckerberg ha il suo stalker. Il fondatore di Facebook si è visto recapitare in casa il seguente messaggio: “Carissimo Mark… Sono stanchissimo e completamente stravolto. Mi dispiace davvero d’importunarti a casa a quest’ora del mattino però, Mark, ti prego, il tempo stringe, ti prego, ho davvero bisogno del tuo aiuto. Per favore rispondi. Rispondi prima che sia troppo tardi: per tutti e due”.

La velata minaccia mandata dall’immigrato asiatico di 31 anni Pradeep Manukonda, scrive Repubblica, era già stata postata sulla pagina facebook di Zuckerberg, che soprattutto è rimasto colpito dalla frase finale: “Sono pronto a morire per te”.

E all’alba del 24 gennaio il suddetto Pradeep si è fatto trovare davanti alla casa del giovane miliardario chiedendo di essere ricevuto. Non solo. Il giovane immigrato ha anche cercato di attirare le grazie di Randi, la sorella di Mark, e di Priscilla Chan, la girl-friend del fondatore dei Fb.

Alla fine queste “attenzioni” sono costate a Pradepp un’ingiunzione a non avvicinarsi a più di 300 metri da casa Zuckerberg: pena l’arresto.