Fatto Quotidiano: consulenze folli, censimenti dei piccioni e ginnastica

Pubblicato il 29 Marzo 2012 0:00 | Ultimo aggiornamento: 28 Marzo 2012 23:51

(clicca per ingrandire l'immagine)

ROMA – “Due miliardi di consulenze. Ecco dove buttano i soldi”. Nell’Italia dell’austerity il Fatto Quotidiano dedica l’apertura di giovedì 29 marzo agli sprechi della pubblica amministrazione. Si va, secondo il Fatti dai “sindaci che pagano i censimenti dei piccioni” a quelli che finanziano i “corsi per ginnastica cinese”. “Per i furbi – scrive il giornale -la crisi non esiste”.

Sotto l’apertura spazio alla notizia dell’addio di Emilio Fede a Mediaset che, per il Fatto è un “licenziamento in diretta tv”. “Ora parlerà?” si chiede il quotidiano. Marco Travaglio dedica invece il suo editoriale alla telefonata di Fabrizio Cicchitto a Mario Monti durante il discorso di Barack Obama.

A centro pagina, invece, spazio a un tema molto a cuore al Fatto, quello degli esodati: “Interviene Napolitano, 13 aprile protesta dei sindacati”. Infine, in piccolo, spazio agli elogi di Obama per Monti. Elogi che secondo il Fatto non ci sono stati: notizia esagerata.