Il Fatto Quotidiano: “Siamo tutti licenziati”

Pubblicato il 22 Marzo 2012 0:00 | Ultimo aggiornamento: 22 Marzo 2012 0:22

(clicca per ingrandire l'immagine)

ROMA – “Siamo tutti licenziati”. Apre con un duro attacco alla riforma del lavoro il Fatto Quotidiano in edicola giovedì 22 marzo. Secondo il giornale basteranno “pochi euro” per cacciare chiunque. La prima edizione della pagina è evidentemente stampata prima della precisazione del governo che esclude gli statali dalla riforma del lavoro.  Al tema è dedicato anche un commento di Stefano Feltri dal titolo “ne valeva la pena?”.

Marco Travaglio, invece, dedica il suo editoriale (cozze polite, il titolo) al giornalista Antonio Polito.

A centro pagina ancora spazio al tema del lavoro visto nell’ottica della spaccatura del Pd. “Schiaffo a Bersani” il titolo dell’articolo che riassume le divisioni all’interno del Partito tra chi è più vicino alla Cgil, come il segretario, e chi, come Enrico Letta, è più vicino alle posizioni del governo.

Spazio, infine, anche all’agguato ad Alberto Musy, candidato sindaco a Torino, in ospedale dopo i 4 colpi di pistola esplosi contro di lui nella mattinata di mercoledì 21 marzo.