La venere nera Naomi Campbell, festeggia 25 anni di carriera nel mondo della moda

Pubblicato il 11 Settembre 2010 21:17 | Ultimo aggiornamento: 11 Settembre 2010 21:20

Nozze d’argento da Dolce & Gabbana a New York per che ha festeggiato i suoi 25 anni di matrimonio con il mondo dell’alta moda. La venere nera ha tagliato ieri sera il traguardo del quarto di secolo da top model con una megafesta nel ‘flagship’ D&G della Madison Avenue, in short e maglietta, con accanto a sé numerose sue colleghe delle passerelle.

Questa carriera senza precedenti è stata commemorata con un’iniziativa dai toni caritatevoli. Quattordici magliette esclusive la ritraggono immortalata da fotografi di punta ed il ricavato andrà a sostegno del fondo da lei creato, ‘Fashion for Relief’. Le magliette, dal costo di 200 dollari ciascuna, sono state create per l’occasione da Dolce e Gabbana, il brand che l’ha lanciata quando era ancora quasi una ragazzina. Gli scatti, realizzati da fotografi del calibro di Bruce Weber, Herb Ritts e Mario Testino, ritraggono Naomi nei momenti che l’hanno trasformata in un’icona delle passerelle e delle copertine delle principali riviste di moda.

La Campbell, che a maggio ha festeggiato i suoi (primi) 40 anni, ha celebrato i suoi 25 anni di carriera proprio nella notte in cui la città si è tinta di glamour per l’ormai tradizionale Fashion Night Out, con le piu’ prestigiose boutique della Grande Mela aperte per segnare l’esordio della settimana della moda. Luci, colori e party a go go in una Grande Mela che ha aperto le porte della Fashion Week a tutti. Grandi firme come Armani, Dolce e Gabbana, Bulgari e Donna Karan, ma anche Diesel, Diane Furstenberg e altri nomi forse meno famosi, hanno tenuto aperti i loro atelier fino a tarda serata per il secondo anno consecutivo. Fiumi di persone, tra cui molti curiosi, entravano e uscivano da un retailer all’altro, sorseggiando champagne mentre acquistavano un paio di scarpe, un vestito, un accessorio.

Anche se solo per una notte, Fashion Night Out, voluta lo scorso anno dalla direttrice di Vogue Usa, Anna Wintour, ha offerto una nuova boccata di aria fresca ad un’industria, quella della moda, che dopo aver sofferto forse piu’ di ogni altro settore per la crisi economica, sembra stia ora ridecollando.