Padova chiede allontanamento di Riina Jr

Pubblicato il 18 Aprile 2012 13:57 | Ultimo aggiornamento: 18 Aprile 2012 14:06

PADOVA – La Presidente della Provincia di Padova, Barbara Degani, ha presentato al Tribunale di sorveglianza di Palermo, una istanza perche' riveda la scelta concessa a Giuseppe Salvatore Riina, figlio del boss di Cosa Nostra, di stabilirsi proprio nella citta' del Santo attraverso un'associazione di volontariato.

''La mia e' una presa di posizione assolutamente istituzionale – dice Degani – assunta perche' sono convinta che la nostra citta', gia' cosi' nota alle cronache nazionali per l'elevato tasso di criminalita', non possa sostenere anche il carico, sostanziale e mediatico, di una presenza cosi' 'ingombrante'''.

La richiesta che e' stata inoltrata, aggiunge la Presidente, si basa ''su presupposti molti solidi che non hanno nulla a che vedere con il percorso riabilitativo di Riina, ma semmai intendo porre l'accento sulla capacita' che hanno la nostra citta', gia' cosi' in difficolta' sul fronte della criminalita' organizzata, e la struttura che lo accoglie, di garantire che questo soggiorno possa essere completamente esente da qualsiasi tipo di rischi''.

''In questo senso – conclude Degani – ho condiviso la decisione con la Giunta, decisione nata dalla richiesta del Consiglio Provinciale e approvata all'unanimita' lo scorso novembre''.