Oroscopo Ariete oggi 27 ottobre 2018. Caterina Galloni: chiedere scusa se…

Pubblicato il 27 ottobre 2018 8:12 | Ultimo aggiornamento: 27 ottobre 2018 8:24
Oroscopo Ariete domani 27 ottobre 2018. Caterina Galloni: chiedere scusa se...

Oroscopo Ariete domani 27 ottobre 2018. Caterina Galloni: chiedere scusa se…

Oroscopo del 27 ottobre 2018 per i nati sotto il segno dell’Ariete: chiedere scusa se…

Se di recente avete avuto un battibecco, una discussione con una persona e la situazione non è stata ancora risolta, dovreste iniziare a pensare di fare qualcosa. Lasciare le cose così come stanno attualmente potrebbe rendere difficile lavorare insieme su questioni importanti. Fate il primo passo, se capite di aver sbagliato chiedete scusa.

Per previsioni personalizzate potete entrare in contatto diretto con Caterina Galloni, scrivendo a: caterinagalloni11@gmail.com

 
 
 
 
 
 

L’Ariete nel 2018.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

La tripletta Saturno, Plutone e Giove vi consente di riprendere in mano il timone della situazione: rompere con vecchie abitudini, anche legate al lavoro e, proprio in questo settore, rinnoverete tutto, vorrete guadagnare di più e vi muoverete egregiamente per riuscire nel vostro intento. Consoliderete la vostra situazione o sarete pronti a una svolta ma, in ogni caso, occhio a non lasciare nulla al caso o a sovrastimare le energie rimanendo vittime dello stress. Vero che il boss sarà felice del vostro super impegno ma non dimenticate che è importante dedicare tempo anche a voi stessi, all’amore, alla famiglia. Sul fronte denaro, le entrate non mancheranno ma sarete anche spendaccioni, ogni scusa sarà buona per attingere alla riserva. E verso il terzo trimestre del 2018, tornerete alla ragione, eviterete di dilapidare il denaro guadagnato, oltretutto, con tanta fatica. E grazie a Giove, è probabile ci siano donazioni o eredità. Amore: se la coppia ormai è adagiata nella routine, introducete un po’ di pepe, stravolgete i ritmi; se siete in crisi, a giugno potreste prendere decisioni radicali.