A Natale boom di visite nei musei: +17,73% rispetto al 2010

Pubblicato il 28 Dicembre 2011 17:16 | Ultimo aggiornamento: 28 Dicembre 2011 17:30

ROMA – Musei e archeologia super gettonati nelle feste: nei giorni di Vigilia, Natale e Santo Stefano, rileva il ministero dei beni culturali, i 30 siti piu' visitati del Paese hanno riscontrato un incremento complessivo del 17,73% rispetto al 2010, per un totale di visitatori pari a 63.745 (lo scorso anno erano stati 54.144). Soddisfatto il ministro Lorenzo Ornaghi: ''E' un invito a rinvigorire il nostro impegno perche' la cultura continui ad esercitare un ruolo di primaria importanza nella vita del Paese''.

In particolare, sottolineano dal Mibac, alla vigilia di Natale, si e' registrato un incremento di visitatori del 24,29% rispetto al 2010, con incassi del 27,09% in piu' rispetto all'anno precedente.

Il successo delle aperture riguarda siti di tutt'Italia dal Nord al Sud: in Campania la Reggia di Caserta ha registrato un 225,30% di visitatori, a Roma Castel Sant'Angelo il 92,45%, a Torino il Museo delle Antichità Egizie il 66,10% e Milano con la Pinacoteca di Brera il 91,07%.

Bene anche l'ingresso gratuito per il giorno di Natale, promozione che si ripeterà, ricordano dal ministero, con l'apertura straordinaria del 1 gennaio (orari e modalità su www.beniculturali.it).

''Sono lieto che i cittadini dimostrino di avere un legame ancora vitale con il nostro patrimonio culturale – ha detto Ornaghi -. La loro adesione è un invito a rinvigorire il nostro impegno perche' la cultura continui ad esercitare un ruolo di primaria importanza nella vita del Paese. Un sentito ringraziamento va al personale del ministero che, con la sua preziosa collaborazione, ha reso possibile le aperture straordinarie di Natale e Capodanno''.