Alberto Angela: “Cosa mi infastidisce dei francesi quando vado al Louvre”

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 agosto 2018 14:12 | Ultimo aggiornamento: 12 agosto 2018 14:12
Alberto Angela

Alberto Angela: “Cosa mi infastidisce dei francesi quando vado al Louvre”

ROMA – Francia e Italia sono in competizione su molti fronti. Uno di questi è l’arte. Come è noto, la Gioconda di Leonardo da Vinci si trova al museo Louvre di Parigi [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] .

Puntualmente gli italiani tirano in ballo la sua restituzione, malgrado si sia dimostrato più volte che non si tratta di un’opera “rubata” al genio italico.  Sulla questione interviene ora anche Alberto Angela che però parla in generale delle opere che Napoleone avrebbe sottratto al nostro paese durante la “Campagna d’Italia”.  

Intervistato dal Fatto quotidiano, il divulgatore ha raccontato cosa gli accade quando cammina nei corridoi del Louvre di Parigi: “È pieno di opere sottratte da Napoleone con i fucili spianati; quando giro tra quelle sale e leggo il cartellino “Campagna d’Italia” avverto un moto di fastidio profondo: vuol dire che è stata razziata”.