Caravaggio, trovato un tesoro da 700 milioni: 100 disegni e un biglietto

Pubblicato il 5 Luglio 2012 18:28 | Ultimo aggiornamento: 5 Luglio 2012 18:28
Caravaggio

Uno dei disegni ritrovati (Foto Ansa)

ROMA – Un centinaio di disegni e alcuni dipinti che Caravaggio avrebbe realizzato da giovane, quando era a bottega dal pittore Simone Peterzano. E poi un biglietto autografato.  Il Castello Sforzesco restituisce un tesoro che secondo le primissime stime potrebbe valere 700 milioni di euro ma che soprattutto rivoluziona il modo in cui fino ad oggi Caravaggio è stato pensato.

L’annuncio del ritrovamento arriva dagli storici dell’arte Maurizio Bernardelli Curuz e Adriana Conconi Fedrigolli. Le opere saranno pubblicate venerdì 6 luglio su due e-book. ”E’ un’autentica rivoluzione del sistema Merisi”, sostengono gli studiosi, che per due anni hanno compiuto sopralluoghi a Caravaggio (Bergamo), nelle chiese milanesi e setacciato il Fondo Peterzano, custodito nel Castello Sforzesco e contenente 1.378 disegni del maestro e degli allievi che lavorarono con lui.

Non solo: il tesoro di Caravaggio custodirebbe anche un biglietto di proteste scritto di pugno dal giovane artista Sottoposto a perizia calligrafica in confronto con ricevute vergate dal pittore nel 1605-1606, risulterebbe autografo del Merisi. Pur operando su materiale fotografico, scrive nell’e-book dedicato alla scoperta e visionato in esclusiva dall’ANSA Anna Grasso Rossetti, l’esperta che ha condotto la perizia, grafologa e consulente del tribunale di Brescia, ”sono riconoscibili elementi di eguaglianza, corrispondenza e analogia”. Una conclusione che porterebbe a optare per l’autografia, avvalorata anche dall’indagine sui tre scritti dell’analisi grafo-psicologica.

Ammonterebbe a circa 700 milioni di euro il valore dei cento disegni attribuiti a Caravaggio adolescente . La stima, spiegano Bernardelli Curuz e la Conconi Fedrigolli all’Ansa, è stata ipotizzata partendo dalle quotazioni d’asta per i disegni realizzati dai grandi maestri del ‘500, che raggiungono una media di sette milioni di euro a opera. Il Fondo Peterzano, custodito nel Castello Sforzesco, è  di proprietà del Comune di Milano.