La statua di Cristoforo Colombo che non piace a nessuno sarà eretta a Portorico

Pubblicato il 29 luglio 2010 10:31 | Ultimo aggiornamento: 29 luglio 2010 10:31

Cristoforo Colombo

Dopo che per 20 anni non l’ha voluta nessuno, la gigantesa statua di Cristoforo Colombo sembra abbia finalmente trovato un posto dove potrà essere eretta: sulla costa settentrionale di Portorico, vicino alla città costiera di Arecibo.

Jose Gonzalez, amministratore di Holland Group Ports Investment, ha dichiarato all’Associated Press che l’artista che ha costruito la statua di bronzo alta 90 metri e pesante 599 tonnellate, il controverso scultore russo Zurab Tsereteli, ha approvato il luogo prescelto, che però resta ancora segreto.

Non è chiaro chi ha scelto il luogo ed autorizzato lo spostamento della statua. La compagnia di Gonzalez gestisce il porto dove è custodita la colossale opera. Il sindaco di Arecibo non ha voluto fare dichiarazioni.

Le opere di Tsereteli non sono particolarmente apprezzate, e questo vale anche per il Colombo di bronzo. Il grande esploratore è rappresentato al timone di una piccola nave con le vele gonfiate dal vento. Lo scultore la costruì nel 1991 per commemorare il cinquecentesimo anniversario dell’arrivo di Colombo nell’emisfero occidentale.

La statua fu data in dono a Portorico dalla città di New York, che l’aveva rifiutata dopo che  altrettanto avevano fatto Miami, Baltimora ed atre città sia in ragione del costo che dell’apparenza. Dopo l’arrivo a Portorico le critiche non sono cessate: braccia troppo lunghe, testa troppo piccola e un ridicolo saluto con la mano.

Alla fine, tutte le perplessità sembra siano state superate. Il governo di Portorico stima che per assemblare i 2.750 pezzi della statua ci vorranno oltre 20 milioni di dollari.