Coronavirus, Lea Vergine è morta il giorno dopo suo marito Enzo Mari

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 20 Ottobre 2020 12:01 | Ultimo aggiornamento: 20 Ottobre 2020 12:01
Coronavirus, Lea Vergine è morta il giorno dopo marito Enzo Mari

Coronavirus, Lea Vergine è morta il giorno dopo suo marito Enzo Mari (foto da video YouTube)

Lea Vergine è morta il giorno dopo suo marito Enzo Mari, entrambi erano ricoverati per coronavirus.

Un altro grave lutto per il mondo dell’arte, dopo Enzo Mari, è morta anche la moglie Lea Vergine, entrambi erano ricoverati in ospedale per coronavirus.

Lea Vergine, all’anagrafe Lea Buoncristiano, è stata un nome di spicco tra i critici ed i curatori d’arte. 

La Vergine è nata a Napoli il 5 marzo del 1936 ed è morta a Milano il 20 ottobre del 2020 a 82 anni. 

Nel corso della sua lunga carriera professionale, ha collaborato con alcuni dei principali quotidiani italiani, possiamo citare Il Manifesto ed Il Corriere della Sera.

La sua carriera letteraria non si è limitata a queste collaborazioni, infatti ha pubblicato vari saggi sull’arte contemporanea di cui era una grandissima conoscitrice. 

In ambito artistico, dobbiamo ricordare anche che la Vergine ha organizzato numerose mostre in tutto il nostro Paese. 

Dal punto di vista sentimentale, è stata legata ad un altro grandissimo nome nell’ambito del design e dell’arte, Enzo Mari.

Suo marito  Enzo Mari, è scomparso un giorno prima della moglie, come lei a causa del Covid-19.

Come ci ricorda l’AGI, opere di Mari sono esposte nei principali musei di arte e design del mondo, tra cui, per esempio, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, o il Museum of Modern Art di New York o il Triennale Design Museum di Milano.