Crollo di Pompei, Bondi: “Servono risorse per un patrimonio immenso”

Pubblicato il 6 Novembre 2010 17:18 | Ultimo aggiornamento: 6 Novembre 2010 17:29

”Quanto è accaduto ripropone la necessità di disporre di risorse adeguate per provvedere a quella manutenzione ordinaria che è necessaria per la tutela e la conservazione dell’immenso patrimonio storico artistico di cui disponiamo”. E’ quanto afferma il ministro dei Beni e delle Attività Culturali Sandro Bondi in merito al crollo della Schola Armaturarum questa mattina a Pompei.

”Il crollo – conferma il ministro – ha interessato le murature verticali Schola Armaturarum che erano state ricostruite negli anni Cinquanta, mentre parrebbe essersi conservata la parte più bassa, la parte cioè che ospita le decorazioni affrescate, che quindi si ritiene che potrebbero essere recuperate. Allo luce dei primi accertamenti, il dissesto che ha provocato il crollo parrebbe imputabile ad uno smottamento del terrapieno che si trova a ridosso della costruzione per effetto delle abbondanti piogge di questi giorni e del restauro in cemento armato compiuto in passato”.