Egitto, ad Assuan trovata testa in marmo dell’imperatore Marco Aurelio

di redazione Blitz
Pubblicato il 25 aprile 2018 7:15 | Ultimo aggiornamento: 24 aprile 2018 18:29
Egitto, ad Assuan trovata testa in marmo dell'imperatore Marco Aurelio

Egitto, ad Assuan trovata testa in marmo dell’imperatore Marco Aurelio

IL CAIRO – Ad Assuan, in Egitto, nel tempio di Kom Ombo è stato rivenuto una testa in marmo dell‘imperatore Marco Aurelio. Secondo il Museo delle Antichità egiziano si tratterebbe di un reperto rarissimo per l’Egitto.

Marco Aurelio regnò dal 161 al 180 dopo Cristo, e si dice che la sua morte abbia segnato l’inizio del progressivo decadimento dell’Impero Romano d’Occidente. Oltre alla testa in marmo, a Karnak gli archeologi egiziani hanno fatto un’altra importante scoperta, si tratta di un tempio dedicato a Osiride-Ptah-Neb, scrive il Daily Mail.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

Tra i reperti rinvenuti, oltre a numerosi vasi di ceramica, c’è la base di una statuetta seduta in trono e un frammento di stele con gli animali associati ad Amon, l’anatra e l’ariete, e il disco solare simbolo della sua assimilazione con Ra. Il team ha trovato anche l’ingresso al tempio, con diverse colonne e muri interne, le fondamenta, i resti di una terza sala, pietre e la pavimentazione in calcare.

Secondo Ayman Ashmawy, capo del settore delle antichità egizie, il tempio al dio Osiride è uno dei più importanti di quel periodo, come indicato dalla posizione sul lato sud di quello dedicato ad Amon.
Nel tempio sono presenti i nomi dei re Taharka e Tanout Amon, che rivelano il collegamento con la fine della 25a dinastia di cui Amon è stato l’ultimo faraone.