Il “Papa urlante” di Francis Bacon battuto all’asta per 50,3 milioni di dollari

di Caterina Galloni
Pubblicato il 21 Maggio 2019 5:57 | Ultimo aggiornamento: 20 Maggio 2019 20:18
Il "Papa urlante" di Francis Bacon battuto all'asta per 50,3 milioni di dollari

Il “Papa urlante” di Francis Bacon battuto all’asta per 50,3 milioni di dollari

NEW YORK – “Study for a head”, un dipinto del 1952 di Francis Bacon è stato venduto all’asta da Sotheby’s a New York per 50,3 milioni. L’opera, che raffigura un “Papa urlante” è uno dei cinque ritratti che Francis Bacon realizzò su ispirazione del “Ritratto di papa Innocenzo X” di Diego Velazquez. Dal 1975 apparteneva alla collezione privata di Richard E Lang e Jane Lang Davis e in 57 anni era stato esposto al pubblico solo una volta. 

Nato a Dublino, Irlanda, da genitori britannici, Bacon ha iniziato a dipingere a vent’anni ed è diventato un artista di fama mondiale e uno dei più importanti del ventesimo secolo. A 82 anni, il 28 aprile 1992 Francis Bacon muore a Madrid.

Secondo Sotheby’s, il personaggio raffigurato in “Study For A Head” è Bacon che si confronta con il severo padre, capitano dell’esercito britannico, che lo aveva cacciato di casa a 16 anni per averlo sorpreso mentre indossava la biancheria intima della madre e che non tollerava le sue tendenze omosessuali.

All’asta, il dipinto di Bacon ha superato un capolavoro dell’artista statunitense Mark Rothko  (1903-1970), “Untitled” del 1960, proveniente dal San Francisco Museum of Modern Art, che è stato venduto per 50 milioni di dollari.

Sembra comunque una cifra modesta rispetto alla recente asta di Christie’s che ha venduto per 91,1 milioni di dollari, la scultura “Rabbit” (1986) di Jeff Koons che è diventato l’artista vivente più pagato di sempre. (Fonte: Daily Mail).