Jeff Koons, il suo Coniglio battuto all’asta per 91,1 milioni. Record per un artista vivente

di Maria Elena Perrero
Pubblicato il 16 maggio 2019 10:54 | Ultimo aggiornamento: 16 maggio 2019 16:35
Jeff Koons, il suo coniglio battuto all'asta per 91,1 milioni. Record per un artista vivente

Jeff Koons, il suo coniglio battuto all’asta per 91,1 milioni. Record per un artista vivente

MILANO – Novantuno milioni e centomila dollari per il Coniglio in acciaio inossidabile di Jeff Koons. Ad aggiudicarselo, il gallerista Robert Mnuchin, padre del ministro del Tesoro statunitense Steven Mnuchin.

Con quest’incanto di Christie’s a New York l’artista statunitense si aggiudica il record per un autore vivente, battendo David Hocnkey e il suo dipinto Ritratto di un artista, venduto sempre da Christie’s lo scorso novembre per 90,2 milioni di dollari, e andando ben oltre il suo precedente primato con un altro animale gonfiabile, il Balloon dog battuto per 58,4 milioni di dollari. 

The Rabbit è stato creato nel 1986 ed è subito diventato una delle opere più iconiche del ventesimo secolo, anche grazie alla sua immediata riconoscibilità. Alto meno di un metro, questo coniglietto gonfiabile di acciaio inossidabile senza lineamenti sul volto è allo stesso tempo tenero e freddo e racchiude in sé tratti del minimalismo e della cultura pop, con uno sguardo al mondo dei cartoni animati e dei fumetti, strizzando l’occhio contemporaneamente a Lewis Carroll e a Playboy. 

5 x 1000

Definito dal curatore artistico e direttore del Moma Kirk Varnedoe una pietra miliare, il coniglietto di Koons, con il suo record, rende omaggio a Constantin Brancusi, senza il quale, probabilmente, non sarebbe mai nato questo Rabbit da 91 milioni di dollari. (Fonte: Christie’s)