Le donne di Modigliani, tutte insieme nei tunnel di Napoli sotterranea

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 Maggio 2015 16:26 | Ultimo aggiornamento: 22 Maggio 2015 16:27
Le donne di Modigliani, tutte insieme nei tunnel di Napoli sotterranea

Le donne di Modigliani, tutte insieme nei tunnel di Napoli sotterranea

NAPOLI – La più celebre fu  Jeanne Hèbuterne, ideale di bellezza e grande amore di Modì, morta suicida dopo la scomparsa del pittore. Ma tra le altre spiccano anche Beatrice, giornalista inglese; Achmatova, poetessa russa; Simone, canadese, che gli diede un figlio mai riconosciuto; Lunja, spirituale signora polacca. Sono le donne di Modigliani esposte tutte insieme nella Napoli sotterranea. Non degli originali si tratta, sparsi per il mondo tra Usa, Brasile, Francia e Gerusalmente, ma di riproduzioni fedelissime proiettate su speciali pannelli retroilluminati a led. Una nuova esperienza fruitiva in vista del centenario della morte dell’artista, nel 2020, quando saranno proposte con la medesima tecnica tutte le 337 opere di Modigliani.

Per la mostra Les Femmes sono stati selezionati i 50 ritratti più belli: amanti di una notte, modelle, compagne di sbronze e grandi amori di Modigliani. Bellissime e misteriose, posano nude, vestite, distese, di profilo, lungo i muri del tunnel borbonico nella suggestiva location dell’Agorà Morelli, una grotta con cisterna seicentesca divenuta nuova attrazione turistica della Napoli sotterranea. Il rapporto tra Modigliani e Domenico Morelli, a cui è dedicata l’Agorà, fu molto significativo nel periodo che Modì trascorse a Napoli, dal 1900 al 1901, quando rimase molto colpito dall’opera del pittore macchiaiolo. Eccezionalmente per due giorni saranno in mostra anche due quadri originali di Domenico Morelli, a sugellare il legame tra i due artisti.

Luciano Renzi, presidente dell’Istituto Amedeo Modigliani all’inaugurazione, ha spiegato:

”Coltiviamo un sogno, una speranza: realizzare la Casa Modigliani in Italia, quindi non un luogo solo celebrativo ma vitale. Vogliamo inoltre raccogliere  in tutto il mondo contributi di artisti contemporanei viventi per concretizzare il più grande omaggio all’opera di Modigliani”.

In mostra oltre ai ritratti ci sono documenti  e foto che testimoniano il fervore culturale della Parigi di inizio 900 nelle sezioni Ritratto d’artista, L’anima svelata, Modigliani viaggiatore.

Realizzata anche una app per visualizzare contenuti aggiuntivi. Ingresso 10 euro, 15 con visita al tunnel borbonico, dal venerdì alla domenica apertura anche notturna. In contemporanea alla mostra napoletana prevista una mini-edizione a Porto Cervo, dal 25 luglio al 5 settembre, presso l’MdM Museum.