Foto di moda, ritratti e nudi: “Todo o Nada”, la mostra di Mario Testino

Pubblicato il 16 Settembre 2011 20:44 | Ultimo aggiornamento: 16 Settembre 2011 20:45

La locandina della mostra

ROMA – Dove finisce la fotografia di moda e comincia il ritratto? Potrebbe essere questo l’interrogativo chiave della mostra “Todo o Nada” del fotografo peruviano Mario Testino, in esposizione fino al 23 novembre a Roma, nel Palazzo Ruspoli.

Realizzata in collaborazione con Fendi, Gucci e Valentino, “Todo o Nada” (letteralmente “tutto o niente”), già inaugurata nel 2010 a Madrid nel prestigioso Museo Thyssen- Bornemisza, è composta da 54 scatti che racchiudono i due concetti opposti sempre ricorrenti nei lavori di Mario Testino: il nudo e la moda. Concetti presenti sia negli aspetti più noti del suo lavoro come fotografo, che nelle sue creazioni più personali, comprese varie fotografie mai pubblicate scattate espressamente per questa collezione di suoi lavori. Tutte le immagini sono realizzate con mezzi fotografici analogici insieme alla tecnologia digitale più avanzata.

Per Mario Testino l’essenza della mostra risiede “nel considerare i processi e le implicazioni insite nell’atto di toglier si i vestiti per svelare la nudità. Un percorso che va dalla haute couture alla nudità, compreso il processo intermedio che svela la forma”. Proprio per questo la mostra include delle fotografie nelle quali le modelle indossano abiti stravaganti, e si trovano all’interno di allestimenti creati appositamente per esprimere la precisa volontà di una grande teatralità, oltre ad altre immagini nelle quali appaiono svestite .

La mostra esamina inoltre il rapporto tra il fotografo e le sue modelle, dal glamour delle top model, nude o con indosso capi haute couture, in qualche caso fotografate con lieve ironia e senso dell’umorismo, alla bellezza delle amiche e di donne anonime.

“Todo o Nada” è un’ode all’universo femminile di Testino, è l’immagine iconica di una  donna che lui ha definito e ridefinito durante la sua lunga carriera. Una femminilità che si muove tra due poli opposti: “Mi piacciono le donne forti, indipendenti. Donne che, nonostante la loro forza, non perdono mai la loro femminilità e non usano la loro bellezza come un’arma. Donne di carattere che sanno esprimere i propri desideri e i nostri”.

Mario Testino (LaPresse)

Mario Testino aggiunge inoltre: “É un onore per me poter mostrare il mio lavoro tra le tante opere d’arte di Roma, una bellissima città con una storia artistica secolare e magnifica, sostenuta da tre delle più importanti maison storiche italiane Fendi, Gucci e Valentino. E non bisogna mai dimenticare che è attraverso Altaroma, che l’alta moda conserva le sue radici storiche in questa città”.

Nato a Lima il 30 ottobre del 1954 da madre irlandese e padre italiano, Mario Testino nel 1976 si trasferisce a Londra dove risiede attualmente e dove inizia a lavorare come fotografo per “Vogue”, “GQ”, “Elle”, “Glamour” e “Vanity Fair”.

Ha lavorato con molti stilisti come Burberry, Gucci, Dolce & Gabbana, Emporio Armani, Roberto Cavalli, Valentino, Calvin Klein, Zara, Yves Saint Laurent e Versace. Tra i suoi ritratti figurano star come David Beckham, Kim Basinger, Cameron Diaz, Gwyneth Paltrow, Salma Hayek, Julia Roberts, Diana Spencer, Meg Ryan, Catherine Zeta-Jones, Claudia Schiffer, Gisele Bundchen, Naomi Campbell e Madonna. Alcuni suoi lavori sono esposti al Victoria and Albert Museum a Londra.

Il video con la presentazione e l’allestimento della mostra: