Monet da record all’asta di Sotheby’s: 110,7 milioni di dollari per i suoi Covoni

di Maria Elena Perreo
Pubblicato il 15 Maggio 2019 13:02 | Ultimo aggiornamento: 15 Maggio 2019 13:02
Monet da record all'asta di Sotheby's: 110,7 milioni di dollari per i suoi Covoni

Monet da record all’asta di Sotheby’s: 110,7 milioni di dollari per i suoi Covoni (Foto Ansa)

MILANO – Claude Monet da record all’asta di Sotheby’s di martedì 14 maggio a New York. Uno dei suoi Covoni di fieno è stato battuto, in otto minuti, a 110,7 milioni di dollari: un record per il pittore francese e per gli impressionisti tutti. 

L’opera, del 1891, fa parte delle 25 tele della serie Les Meules (I covoni) che ha per oggetto i mucchi di fieno, alti anche tre metri, che si trovavano nelle campagne vicino alla casa del pittore a Giverny, in Normandia. Una serialità che, come già nelle varie Ninfee e nelle tante Cattedrali di Rouen, è volta a dimostrare gli effetti della luce nelle diverse ore del giorno e al cambiare delle stagioni sull’oggetto dipinto, che passa così da soggetto a comprimario, rendendo la luce la vera protagonista dell’opera. 

Il quadro battuto all’asta ieri è uno degli otto ancora nelle mani di collezioni private. Si distingue dagli altri della stessa serie per la vivacità dei colori del tramonto e per la prospettiva, che vede in primo piano solamente una parte del covone principale. Un effetto di vicinanza e calore che lo differenzia in modo particolare dai suoi simili. E che è valso all’opera il record. (Fonte: Sotheby’s)