Rocco Siffredi in quadro di arte sacra. Pittore ignaro, quadro esposto per mesi

di Filippo Limoncelli
Pubblicato il 13 Novembre 2013 15:14 | Ultimo aggiornamento: 13 Novembre 2013 15:15
rocco siffredi

Rocco Siffredi (LaPresse)

LECCE – Pittore d’arte sacra ritrae ignaro Rocco Siffredi. E il quadro resta in vetrina per mesi. Il dipinto era stato commissionato da una coppia ad un pittore di Campi Salentina a Pompilio Bianco, specializzato in soggetti di arte sacra.

Bianco però, non conoscendo la faccia del famoso attore porno, ha accettato il lavoro che gli era stato commissionato all’inizio dell’estate, quando proprio da lui si era presentata la coppia. Solo che, terminato il dipinto del volto di Siffredi, la tela è rimasta lì per mesi, in bella mostra, nella sua bottega, tra le raffigurazioni sacre, dato che nessuno è più passato a ritirare il quadro.

E se non fosse stato per un amico del pittore salentino, Siffredi ritratto nel quadro forse sarebbe ancora in vetrina, tra aureole, papi e santi. Proprio il conoscente dell’artista salentino, infatti, notando l’opera, avrebbe fatto notare che quel volto ricordava qualcun’altro.

“Pur non essendo la ritrattistica la mia materia – ha spiegato Pompilio Bianco all’Ansa – ho accettato ugualmente ma mai immaginando a chi quel volto potesse appartenere, lo giuro. E così, appena l’ho saputo ho subito riposto il quadro, con non poco imbarazzo. Certo se lo avessi saputo prima probabilmente non lo avrei fatto, anche se in un periodo di crisi come questo si é portati ad accettare tutto”.

“Ora spero solo – ha concluso il pittore – che chi l’ha commissionato se lo venga a prendere, o che qualcuno lo acquisti, anche perché c’è già chi è disposto a pagarmelo 500 euro“.