Scoperto rilievo rubato in casa d’aste a Vienna: vale 50 mila euro

Pubblicato il 4 Novembre 2011 21:51 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2011 22:30

VIENNA, 4 NOV – Durante un'ispezione di routine nella rinomata casa d'aste viennese 'Dorotheum' e' stato scoperto un rilievo rubato, che era stato acquistato – sempre in un'asta – dieci anni fa da un museo russo.

Il rilievo in porcellana, che raffigura un ritratto dello zar Pietro il Grande e il cui valore e' stimato 50.000 euro, e' stato dato da uno sconosciuto venditore francese al proprietario attuale, che lo voleva mettere all'asta al Dorotheum. Il furto e' stato scoperto nel piu' grande database al mondo di beni d'arte rubati durante la preparazione del catalogo.

Secondo dichiarazioni del Dorotheum, il rilievo e' stato immediatamente ritirato dalla vendita all'asta e ora sul caso indagano Procura e Interpol. In attesa di una soluzione, il rilievo rimarra' in custodia della casa d'aste.