Terremoto Emilia, Sgarbi: “Intollerabile abbattimento dei campanili”

Pubblicato il 5 Giugno 2012 19:39 | Ultimo aggiornamento: 5 Giugno 2012 20:11

ROMA, 5 GIU – ''Bisogna assolutamente impedire che l'azione di tutela dei cittadini nelle zone del terremoto produca dei danni peggiori del terremoto: i recenti abbattimenti di campanili, con il pretesto della messa in sicurezza, sono atti intollerabili che nessuna garanzia per i cittadini legittima'': e' quanto dice il critico d'arte Vittorio Sgarbi.

''Si possono estendere le aree di rispetto – aggiunge Sgarbi – ma non buttar giu' con la dinamite monumenti che potrebbero essere puntellati. Il recente abbattimento del campanile di Poggio Renatico non e' giustificabile in alcun modo e qualunque ingegnere sa che esistono gli strumenti per puntellare un edificio senza abbatterlo. Occorre che la Protezione Civile si muova non autonomamente ma sotto la guida di personale esperto dei Beni Culturali, che indichi la necessita' di salvare i monumenti come i cittadini. E' assurdo – conclude Sgarbi – abbattere un campanile dopo che si e' consentito agli operai di tornare nei capannoni per lavorare''.