Usa, New york. Incontro da vicino con Cristoforo Colombo al centro di Manhattan

Pubblicato il 23 settembre 2012 14:13 | Ultimo aggiornamento: 23 settembre 2012 14:13

La costruzione di Tashu Nishi attorno alla statua di Colombo

NEW YORK, STATI UNITI – Avere un ”incontro ravvicinato” a oltre 20 metri dal suolo, ma tuttavia in un salotto con la celebre statua di Cristoforo Colombo nel centro di New York? Ora e’ possibile, grazie ad un’eccentrica installazione artistica, un attico attorno alla statua che porta la firma dell’architetto giapponese Tatzu Nishi, con la benedizione del sindaco della Grande Mela Michael Bloomberg ed una spesa di un milione e mezzo di dollari.

L’opera d’arte e’ stata eretta attorno alla colonna che sostiene il monumento realizzato da Gaetano Russo nel 1892 e collocato in quell’anno al centro di Columbus Circle, nel cuore di Manhattan, per commemorare il 400/mo anniversario dalla scoperta dell’America. Sara’ accessibile gratuitamente ai visitatori fino al 18 novembre, ossia a cavallo del Columbus Day che quest’anno verra’ celebrato, con la consueta parata sulla Fifth Avenue, l’8 ottobre.

Nel salotto, decorato con quadri e posters di Marilyn Monroe, Elvis Presley e Michael Jackkson, l’arredamento è stato curato dai famosi ed eleganti grandi magazzini Bomingdale. Il sindaco di New York Michael Bloomberg, che una ne fa e cento ne pensa, compiuta l’opera ha detto che riscuoterà l’approvazione dei newyorchesi, notoriaente difficili da soddisfare. ”Essere faccia a faccia con Cristoforo Colombo per la prima volta li farà impazzire”, ha detto.

Può darsi che il sindaco abbia ragione, ma l’iniziativa da lui esaltata non è però piaciuta a diversi esponenti della comunita’ degli italiani in America. ”Hanno trasformato Cristoforo Colombo – ha detto Arthur Piccolo – in una figura clownesca al centro di una stanza”. ”E’ un abominio – gli ha fatto eco Rosario Iaconis, presidente dell’Italian Institute of America – Costruire un soggiorno intorno alla statua umilia la comunita’. Siamo alla follia”.

Al New York Times sembra pero’ essere piaciuta. ”Nishi ha realizzato un convincente spazio degno di un attico”, di quasi 40 metri quadrati. E cosi’ facendo ”ha ottenuto un certo elegante spostamento surrealista, senza muovere la scultura di un centimetro”, ha scritto il quotidiano, aggiungendo tuttavia che non e’ ”tanto elegante quanto sperato”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other