‘Addaura, nuova verità sull’attentato a Falcone’: Attilio Bolzoni su Repubblica

Pubblicato il 7 Maggio 2010 15:28 | Ultimo aggiornamento: 7 Maggio 2010 15:28

Giovanni Falcone

Prima di essere ucciso dalla mafia a Capaci il 23 maggio 1992, Giovanni Falcone era stato vittima di un altro attentato, fallito, nella sua residenza al mare. Si tratta dell’attentato dell’Addaura, una vicenda su cui, a distanza di 31 anni, non è ancora stata fatta piena luce.

Blitzquotidiano vi propone come articolo del giorno un reportage di Attilio Bolzoni per La Repubblica in cui si racconta di presenze dei servizi segreti tra gli uomini di Cosa Nostra quel giorno del 1989.

È tutta da riscrivere la storia delle stragi siciliane. Le inchieste sono partite con quasi vent’anni di ritardo per disattenzioni investigative e deviazioni, un depistaggio che ha voluto Totò Riina e i suoi Corleonesi come unici protagonisti del terrore. Tutto era riconoscibile già allora: bastava indagare su quelle “presenze estranee” a Cosa Nostra.

Ma nessuno l’ha fatto. Vent’anni dopo è stata capovolta tutta la dinamica del fallito attentato dell’Addaura. Ci sono testimonianze che rivelano un’altra verità e che irrobustiscono sempre di più l’ipotesi di un “mandante di Stato”. […]