Il riso amaro sulla guerra a Bagdad, di Guido Rampoldi su Repubblica

Pubblicato il 7 Settembre 2010 10:21 | Ultimo aggiornamento: 7 Settembre 2010 10:58

Una candid camera al finto posto di blocco, una finta bomba nella macchina, gli ignari passeggeri accusati di essere terroristi e consegnati alla polizia: sono i macabri ingredienti di un trasmissione di successo lanciata dalla televisione Al Baghdadia nella fascia di maggior ascolto. Li racconta  il cronista di Repubblica Guido Rampoldi nell’articolo che Blitz Quotidiano ha scelto per oggi.

Come in tutte le “candid-camera”, il protagonista della beffa si trova all’improvviso in una situazione disagevole. Ma il disagio inflitto alle sue vittime dalla tv al-Baghdadia è commisurato alla situazione irachena. In un Paese dove ancora in agosto sono stati uccisi quasi cinquecento civili, chi dilaniato da un’esplosione e (…)