“Cari Stati Uniti, occhio all’inganno”, Paul Krugman sul Sole 24 Ore

Pubblicato il 28 Agosto 2010 15:08 | Ultimo aggiornamento: 28 Agosto 2010 15:08

«Gli americani sono stati fuorviati e indotti a combattere la guerra in Iraq con l’inganno? Sì» . Se lo chiede e si risponde con citata fonte Paul Krugman sul Sole 24 Ore e Blitzquotidiano vi propone questa analisi come articolo del giorno.

Karl Rove, che è stato primo consigliere e vicecapo di gabinetto del presidente George W. Bush, sulle pagine del Wall Street Journal di luglio ha scritto però che il «suo più grande errore» è stato non reagire nel 2004, quando iniziò a circolare la notizia che l’amministrazione Bush aveva mentito agli americani nel periodo preparatorio alla guerra in Iraq. ….

Poi Krugman passa al piano economico e conclude: Se il paragone con la guerra in Iraq è un’esperienza di cui far tesoro, e se i deficit diventano insopportabili per tutti, tra qualche anno – quando l’economia americana si avvicinerà alla trappola deflazionistica, ben dopo che la maggior parte delle persone avrà ammesso che l’austerity è in realtà un errore – soltanto coloro che si saranno schierati dalla parte di tale errore saranno considerati “persone serie”, mentre coloro che si saranno ripetutamente dichiarati contrari a questa disastrosa linea di condotta saranno ancora considerati eccentrici e inaffidabili.

Leggi l’articolo integrale sul Sole 24 Ore