Nigeria: massacro tra cristiani e musulmani. Guido Rampoldi su La Repubblica

Pubblicato il 8 Marzo 2010 12:52 | Ultimo aggiornamento: 8 Marzo 2010 12:52

«Per ammazzare con quella frenesia dovevano avere nella testa molto koskovo, il gin locale, piuttosto che le incitazioni allo sterminio rivolte al suo popolo dal Dio dell’Antico Testamento: “Uccidi uomini e donne, bambini e neonati”. Ma hanno macellato i musulmani del villaggio proprio in quel modo». Con queste parole Guido Rampoldi, inizia a raccontare, in un reportage pubblicato oggi su La repubblica, la guerra ormai annosa tra cristiani e musulmani in Nigeria.

«Lo scontro antico che dall’Africa alle Molucche – si legge – sta ritrovando nelle religioni pretesti, ispirazioni e complici, in Nigeria centrale obbedisce ad una simmetria radicale: musulmani e cristiani fanno fuori interi villaggi. Grosse bande attaccano di sorpresa insediamenti isolati e non risparmiano nessuno, neppure i bambini. L’altra notte una masnada di musulmani ha massacrato i cristiani di Doko Nahawee, ammazzandone forse cinquecento. Cinque settimane prima, il 26 gennaio, era stata cancellata dalle mappe Kuru Karama. Dei tremila abitanti, i cristiani ne hanno sterminati almeno centocinquanta, quelli troppo vecchi o troppo giovani per scappare, e quelli decisi a difendere le loro cose».