“Quei naturalizzati che fanno ancora paura”, Vittorio Zucconi per Repubblica

Pubblicato il 1 Luglio 2010 13:31 | Ultimo aggiornamento: 1 Luglio 2010 13:32

Cresce la popolazione americana, e cresce grazie ai nuovi americani. Asiatici e latinos in testa, che fanno paura alle frange sempre più estese di xenofobi e conservatori, dal Tea Party ai movimenti minori.

L’articolo del giorno scelto oggi da Blitz Quotidiano è il pezzo firmato da Vittorio Zucconi che racconta timori e drammi di vecchi e nuovi cittadini, spiegando che, forse, per una sana immigrazione, più che gli sceriffi e i muri di frontiera, aiuta il rispetto della Costituzione, che tanti “stranieri” ha naturalizzato in passato.

La signora dell’associazione “Figlie della Rivoluzione Americana” che, a giudicare dall’età, forse aveva davvero avuto un padre fra i ribelli di George Washington nel 1783, mi offrì una ciambellina fritta e un bicchiere di Coca Cola tiepida: “Benvenuto fra noi” mi disse e mi strinse commossa al generoso seno. Era un’estate rovente, fuori dal Tribunale di Washington, ma da quel giorno ero “naturalizzato”, come dice la legge, quasi che la propria “natura” cambi per un giuramento davanti a un magistrato e per un passaporto (…)