Alitalia/ Decine di passeggeri a terra, overbooking a Fiumicino. I turisti, arrabbiati, sono costretti a rimandare la partenza

Pubblicato il 2 Agosto 2009 17:36 | Ultimo aggiornamento: 2 Agosto 2009 17:36

Voli Alitalia in overbooking (eccedenza di prenotazioni) e decine di passeggeri a terra all’aeroporto di Fiumicino.

È la situazione che si è verificata per alcuni passeggeri (una cinquantina secondo fonti della compagnia aerea, quasi il doppio secondo le testimonianze degli stessi interessati), che dovevano partire con voli Alitalia diretti a Istanbul, Caracas, Boston, Atene.

«Dovevamo partire con il volo Alitalia delle 10:15 diretto a Istanbul – raccontano Giulia Ausili e Filippo Valle, entrambi avvocati di Roma – dove saremmo dovuti andare per una vacanza di una settimana. Alle 8:15 quando ci siamo presentati al check in ci hanno riferito che il volo era pieno e non c’erano più posti disponibili. Ripartire? Non se ne parla, per giunta sono le 13:00 e, dopo essere andati a protestare anche in Polizia, siamo ancora in fila da ore davanti alle biglietterie senza nessun tipo di assistenza, in attesa di sapere se potremo ottenere i rimborsi previsti in questi casi».