Isole pedonali. La task force del Comune di Roma dichiara guerra alla sosta selvaggia

Pubblicato il 24 Maggio 2010 16:39 | Ultimo aggiornamento: 28 Maggio 2010 15:43

E’ guerra aperta a Roma contro la sosta selvaggia. Prese di mira proprio le macchine a noleggio, le Ncc, che in attesa di caricare e scaricare i turisti vanno in barba alle regole della comune  civiltà. La task force del Comune di Roma, messa in campo dal sindaco di Roma, solo sabato 22 maggio ha contato 160 sanzioni delle quali 16 alle Ncc e quattro rimozioni. A dare i primi risultati dell’attività degli agenti del I Gruppo, diretti dal comandante Cesarino Caioni, il Messaggero.

La sperimentazione si basa sulle pattuglie in moto che segnalano in tempo reale le violazioni, il coordinamento tra il nucleo viabilità e quello sui controlli dei permessi per i disabili che fanno verifiche in diretta con il database del Comune-Atac, carri attrezzi pronti a intervenire. E nel week end controlli a tappeto anche contro i venditori abusivi.

Una vera macchina da guerra per preservare quelle “isole pedonali”, come piazza della Minerva, piazza Navona o piazza San Pantaleo, invece invase da auto, furgoni e mezzi a noleggio che non si preoccupano se la macchina sosta sul marciapiede o in vicoli strettissimi.

Solo il primo giorno di sperimentazione, mercoledì 19 maggio, scrive il Messaggero, sono state comminate 200 multe ed effettuate 20 rimozioni. Dal Comune gli addetti ai lavori assicurano che non abbasseranno la guardia. Basterà tutto ciò a scoraggiare i sostenitori della sosta selvaggia?