Alessandro Di Battista (M5S): “Sardegna? Stramaledetti ipocriti”. Rosato (Pd): “Sciacallo”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 novembre 2013 17:12 | Ultimo aggiornamento: 19 novembre 2013 17:15
Alessandro Di Battista (M5S): "Sardegna? Stramaledetti ipocriti". Rosato (Pd): "Sciacallo"

Il post di Alessandro Di Battista su Facebook (clicca sull’immagine per ingrandire)

ROMA – Il ciclone Cleopatra diventa una nuova occasione per litigare in Parlamento. Alessandro Di Battista del Movimento 5 Stelle su Facebook insulta così i deputati: “Stramaledetti ipocriti” perché hanno fatto un minuto di silenzio per le vittime della Sardegna ma poi, votando Tav e grandi opere varie, non si interessano del dissesto idrogeologico che trasforma ogni pioggia in alluvione.

A Di Battista ha risposto Ettore Rosato del Pd: “Sciacallo”

Questo il post di Alessandro Di Battista su Facebook:

5 x 1000

“Stramaledetti ipocriti! Fanno discorsi sul consumo del suolo, sull’ambiente, si raccolgono in minuti di silenzio, ancora questi inutili minuti di silenzio e poi tutti assieme votano per il TAV, per gli inceneritori, presto voteranno per il TAP (Gasdotto Trans-Adriatico). Si lavano la coscienza battendosi il petto, pronunciando (chi crede) una preghiera e alzandosi in piedi ricordando le vittime dell’ennesima tragedia che si sta consumando in Sardegna. Si abbonano i miliardi evasi dalle concessioni delle slot-machine ma non si trovano i soldi per mettere in sicurezza il territorio italiano. Poi se qualcuno fa un discorso come questo viene accusato di essere uno sciacallo, uno speculatore, una persona che non rispetta le vittime. Stramaledetti ipocriti! Siete come quelle multinazionali che depredano i Paesi nel Sud del mondo e poi costruiscono un pozzo in un villaggio africano. Il “social washing” e’ una caratteristica di questa classe politica, finanziaria, industriale. Stramaledetti ipocriti!”

E questa la risposta di Ettore Rosato, segretario d’Aula del Gruppo Pd alla Camera:

“E’ un provocatore, oltretutto privo di coscienza. Ha usato frasi violente contro la commozione e l’angoscia sincere espresse dall’Aula della Camera nei confronti delle vittime dell’alluvione che ha colpito la Sardegna. Credo che debba fare i conti con la sua coscienza e scusarsi con la Sardegna”.