Beppe Grillo: “Giornalisti camerieri dei politici”, così “Rai perde 400 milioni”

Pubblicato il 30 settembre 2013 22:02 | Ultimo aggiornamento: 30 settembre 2013 22:02
Beppe Grillo: "Giornalisti camerieri dei politici", così "Rai perde 400 milioni"

Beppe Grillo davanti alla Rai in viale mAzzini a Roma (Ansa)

ROMA – Beppe Grillo contro i giornalisti che

“sono camerieri dei politici”.

Peggio di tutti quelli della Rai:

Tg1, Tg2 e Tg3 depistano informazioni per milioni di cittadini. Per questo siamo al 70mo posto della classifica della liberta’ di stampa” nel mondo.

Beppe Grillo è stato in Rai, nella sede di Viale Mazzini, a Roma, ha incontrato il direttore generale Luigi Gubitosi e poi, riferisce l’agenzia Ansa, si è scatenato:

”Il direttore del Tg1 Mario Orfeo deve andare via. E’ stato messo lì da Casini e Caltagirone. La Rai è nostra, dei cittadini, ma ormai è un media agonizzante’. Il direttore generale della Rai deve andare in televisione e dire che non sopporta più direttori di telegiornali iscritti ai partiti o camerieri di partito, perché ci sono. E Orfeo è uno di questi. Il Tg3 è uno di questi: fanno i camerieri dei partiti, non sono giornalisti. Il giornalista deve essere moralmente al di sopra di queste cose. Su questo deve agire Gubitosi se non vuole continuare a perdere 250 milioni all’anno. Altrimenti il prossimo anno ne perde 400″.