Grillo: “Giornalisti peggio dei politici”. Alla folla: “Coprite le telecamere”

Pubblicato il 3 Giugno 2013 19:34 | Ultimo aggiornamento: 3 Giugno 2013 19:53

grillo_lpROMA – ”Sono più spregevoli i giornalisti dei politici” perché ”li tengono in vita con servizi vergognosi”. Lo afferma Beppe Grillo in un comizio a Piazza Armerina, Enna, per le Comunali in Sicilia. Il leader del M5s è tornato ad attaccare la Rai ”pagata con il nostro canone e questi anchorman che prendono 200 milioni all’anno”. ”Noi siamo il primo movimento in Italia – ha aggiunto Grillo – e ci hanno messo in un angolo; noi facciamo leggi, decreti, interpellanze ma non esce nulla, grazie anche alla complicità di questi media…”. Come esempio ha citato ”la trasmissione ‘Piazza pulita’ che si va a cercare i dissidenti, cercano quelli che sono contro Grillo e montano questa pantomima. E’ inconcepibile questa informazione così…”.

“Avete visto che l’Annunziata, che fa la grande giornalista, era sulla busta paga dell’Eni?”, chiede alla folla. Poi allontana un operatore da sotto il palco: “Fuori! Ho detto fuori! Spostati, poi la facciamo insieme l’intervista. Questa gente deve essere isolata. Siamo in guerra e io sono stufo, hanno messo in pericolo la mia famiglia, devo reagire. Hanno pubblicato l’indirizzo di casa mia e da allora vengono da ma dei pazzi depressi. Io non ci sto più al gioco di questa gente qua”.

Ritorna all’attacco dei giornalisti Beppe Grillo nel suo tuttiacasatour, sostenendo che ”l’informazione è così perché c’è chi la compra” e hanno ”paura del Movimento 5 stelle che è fatto da persone libere”. ”Siamo in guerra”, ha detto Grillo, che ha invitato alcuni presenti a coprire una telecamera.