Beppe Grillo: “M5s si prende il Circo Massimo anche senza permesso”

Pubblicato il 28 Agosto 2014 15:01 | Ultimo aggiornamento: 28 Agosto 2014 15:05

 

Beppe Grillo: "Ci prendiamo il Circo Massimo anche senza permesso"

Beppe Grillo (LaPresse)

ROMA – Movimento 5 Stelle vuole organizzare la sua festa nazionale dal 10 al 12 ottobre al Circo Massimo di Roma. Ad annunciarlo è Beppe Grillo in un post pubblicato nel blog in cui denuncia come nessuno fino ad ora, né il Comune di Roma, né il ministero dei Beni Culturali, abbiano risposto alla richiesta del permesso.

Grillo spiega che il movimento è pronto ad occupare pacificamente la piazza. Il leader di M5s lo scrive in un post titolato #Italia5Stelle al Circo Massimo”:

“Noi Italia 5S la faremo. Con il permesso del Comune così come l’avevamo pensata al Circo Massimo o senza permesso, in una pacifica adunata di liberi cittadini. Pacifica ma un po’ incazzata. Perché noi siamo gandhiani ma non coglioni”.

“Italia a 5S, una tre giorni insieme di incontri tra i duemila eletti del M5S in tutta Italia e in Europa e cittadini e simpatizzanti, dal 10 al 12 ottobre. Un evento ambizioso, che non sarà nè il primo nè l’ultimo nella nostra storia. D’altronde siamo abituati a gettare il cuore oltre l’ostacolo e quindi abbiamo iniziato per tempo, il 1 luglio, la trafila dei permessi al Circo Massimo a Roma. Peccato che tra il dire ed il fare ci siano di mezzo il Comune di Roma ed il Ministero per i Beni e Attività Culturali”.

Grillo aggiunge i nomi delle persone che impediscono il via libera definito. Si tratta del

direttore della ‘promozione, pianificazione strategica e coordinamento attuativo di progetti speciali, per lo sviluppo e la valorizzazione della città di Roma e delle sue risorse, il camaleontico Maurizio Pucci, e nella persona dell’Architetto Federica Galloni, Responsabile della Direzione Regionale dei Beni Culturali e Paesaggistici del Lazio, la donna la cui firma tutto può”.

Nel post, Grillo accusa Comune di Roma e ministero dei Beni Culturali

“Il Comune di Roma ed il Mibac, che negli anni hanno autorizzato al Circo Massimo un po’ di tutto nonostante il parere contrario della Soprintendenza Speciale per i beni archeologici, ci ha inviato il 31 luglio una secca risposta: la manifestazione è troppo importante, l’allestimento troppo grande per questa area. Se volete, Italia 5 Stelle la fate altrove, forse”.

L’ex comico accompagna il post con una serie di manifestazioni che si sono tenute proprio al Circo Massimo, come il recente concerto dei Rolling Stones, per poi concludere:

Abbiamo creato il panico in Comune e siamo stati celermente ricevuti e rassicurati che con qualche piccola modifica (che ci abbiamo prontamente apportato) ci avrebbero rilasciato il permesso per l’area”, racconta ancora Grillo che conclude: ora “è passato un altro mese e la risposta definitiva ci viene posticipata giorno per giorno. Adesso la prossima data indicateci è lunedì 1 settembre”.