YOUTUBE Di Maio: “Berlusconi offende 10 milioni di italiani. E su patrimoniale, tassa casa…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 novembre 2017 9:06 | Ultimo aggiornamento: 2 novembre 2017 9:06
di-maio-berlusconi

Luigi Di Maio nel video di risposta a Berlusconi (foto da Facebook)

ROMA – Luigi Di Maio usa un video su Facebook per rispondere a Silvio Berlusconi: “Ma lei ha offeso 10 milioni di italiani, dicendo che una persona con la testa apposto non voterebbe il M5S“. “Lei dice che vogliamo introdurre una tassa successione, patrimoniale o vogliamo mettere un’imposta sulla casa; l’imposta sulla casa c’è l’ha messa lei. Non vogliamo introdurre nessuna patrimoniale nel programma non c’è, né la tassa di successione, una tassa illiberale. A differenza sua non abbiamo avuto vent’anni per governare questo paese per aver l’occasione per abolire le cose ridicole e indegne che stanno massacrando le imprese cittadini. Ne istituiremo altre come il reddito di cittadinanza. A differenza sua noi ci stiamo prendendo la prima volta la responsabilità di governare la Sicilia e il paese per andare a fare quelle cose che lei presidente Berlusconi e anche il centro sinistra non avete fatto nonostante. Con queste menzogne perde credibilità”, attacca.

“Lei, sempre lei, è quello che dice chi è contro l’assenza del vincolo di mandato e ci dice che si deve reintrodurre il vincolo di mandato ma il suo partito ha fondato lo Scilipotismo e soprattutto il suo partito sta imbarcando gente alla Camera dal gruppo misto e anche da altri partiti anche nostri ex parlamentari che sono passati al misto lei se ne è presi”. “Quindi è inutile – aggiunge ancora Di Maio – che dica che vuole introdurre il vincolo di mandato se poi i suoi accolgono nel suo partito gente che ha cambiato casacca due o tre volte”.

“L’abbiamo già detto in campagna elettorale nel 2013 non abbiamo avuto l’opportunità di andare al governo anche perché lei ha rieletto Napolitano insieme alla sinistra. Adesso state provando a non farci andare al governo facendo una legge elettorale che avete votato insieme a Lega, PD e Forza Italia e Alfano per tirarci fuori dal dal governo delle prossime elezioni ma avrete una brutta sorpresa come credo che avrete una brutta sorpresa in Sicilia”. Così ancora Di Maio su Facebook. “I siciliani ci sorprenderanno il 5 novembre non solo andando a votare in massa, ma soprattutto – aggiunge – non andando a votare voi e Nello Musumeci che lei si è degnato di nominare dopo tanti mesi, in cui non era nei suoi pensieri, nei suoi post e nei suoi video”. E ancora dice Di Maio:” mi sento di fare questo appello a tutti i cittadini siciliani. Non possiamo più credere a questa gente che gioca a spaventarvi dicendo delle balle come ha fatto Berlusconi stasera”.

È vero che vorreste imporre una tassa sul patrimonio del 12 per cento? E’ quanto chiede Bruno Vespa a Luigi Di Maio nel suo libro ‘Soli al comando. “Lo smentisco in modo assoluto, come smentisco ogni aumento delle tasse su successioni e donazioni. L’imposta attuale – spiega il candidato premier dei 5 Stelle – deve anzi essere ridotta: la tassa di successione è illiberale, perché chi ha guadagnato quei soldi vi ha già pagato le imposte sul reddito”. Di Maio esclude anche un aumento delle attuali imposte sul reddito: “Dobbiamo abbassare le tasse al ceto medio per consentirgli di risollevarsi senza alzare gli altri scaglioni”, spiega infatti il vicepresidente della Camera.