beppe grillo

Elezioni Sicilia. Beppe Grillo batte Rosy Bindi: “impresentabili” via dalla lista Cancelleri

elezioni-sicilia-beppe-grillo-rosy-bindi

Elezioni Sicilia. Beppe Grillo batte Rosy Bindi: “impresentabili” via dalla lista Cancelleri

ROMA – Mentre la commissione antimafia di Rosy Bindi inizia il monitoraggio sulle liste dei candidati elle elezioni in Sicilia, M5S la batte sul tempo e fa fuori gli impresentabili dalla propria lista. “Sapete tutto ormai della nostra lista: 62 persone, certificati penali, tutte incensurate, pulitissime. La nostra lista non ha ricevuto nessun attacco. In questi giorni sono usciti molti articoli di giornale che hanno scritto invece di come ci siano degli impresentabili nelle liste degli altri, ed io ho cominciato a fare una piccola ricerca, perché volevo parlarvene appunto in questo video. E mi sono reso conto che ho bisogno di un foglio perché me li dovevo scrivere, perché sono talmente tanti, con capi di imputazione tra i più bizzarri, che ricordarmeli sarebbe stato impossibile”. Lo scrive, in un post sul blog di Beppe Grillo, il candidato M5S alle Regionali in Sicilia Giancarlo Cancelleri che elenca, con tanto di nome e cognome e indagini a loro carico, tutti i candidati delle liste di Nello Musumeci a suo parere “impresentabili”.

Non decide Musumeci, lo abbiamo capito tutti, decidono i Genovese, i Cuffaro, i Micciché, decidono tutte quelle persone che in questi giorni lo hanno comandato a bacchetta infischiandosene anche dei proclami e degli appelli che lui faceva per avere le liste pulite. E alla fine gli impresentabili ci sono nelle sue liste e ci sono in abbondanza”, attacca Cancelleri stilando quindi la lista e sottolineando: “Allora io dico una cosa: io questo film l’ho già visto, di un presidente perbene, ricattato dalle forze politiche che lo sostenevano, e si chiamava Rosario Crocetta”. Musumeci “dice che è un usato sicuro. Per me è un bidone garantito e i bidoni si rifilano quando vuoi ingannare qualcuno”.

La commissione parlamentare antimafia, in settimana, scolterà la Presidente della Commissione elettorale circondariale di Roma, Enza Caporale e il Prefetto di Vibo Valentia, Guido Nicolò Longo. Le due audizioni rientrano nel lavoro di monitoraggio delle liste dei comuni, dei municipi sciolti per mafia e delle regionali in Sicilia deciso la scorsa settimana dall’Antimafia: il comune è appunto quello di Nardodipace (Vibo Valentia) e il municipio è quello di Ostia. Nei prossimi giorni, inoltre, forse già giovedì 12 ottobre, la commissione antimafia andrà in missione in Sicilia per incontrare le commissioni elettorali provinciali. Oltre al monitoraggio delle liste in vista delle regionali del 5 novembre, in Sicilia il comune sciolto per mafia di cui verranno monitorate le liste è Mazzarrà Sant’Andrea (Messina).

To Top