Alessandro Proto: “Chiamato da Grillo per candidarmi”. M5s nega, lui li insulta: “Scolaretti”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 gennaio 2018 15:02 | Ultimo aggiornamento: 6 gennaio 2018 20:24
proto-m5s

Alessandro Proto

ROMA – “Poche ore fa sono stato contattato direttamente da Beppe Grillo il quale mi ha rassicurato sulla esatta presentazione e accettazione della mia candidatura alle parlamentarie del Movimento 5 Stelle”. Lo scrive in una nota il finanziere Alessandro Proto, passato agli onori della cronaca per aver racimolato a suo tempo quasi il 3% di Rcs Mediagroup grazie ai capitali di alcuni investitori stranieri e poi arrestato con l’accusa di manipolazione del mercato e ostacolo all’attività degli organi di vigilanza. Poche ore dopo però il Movimento 5 stelle ha negato il contatto con Grillo.

Proto replica furioso: “Leggo con stupore la nota dell’ufficio stampa del Movimento 5 Stelle e NON di Beppe Grillo direttamente, nel quale smentiscono e mi danno del mitomane” afferma Alessandro Proto. “Se io sono un mitomane loro sono degli scolaretti che non sanno cosa fa la mano destra dalla sinistra e denotano una assoluta incongruenza e disomogeneità fra il leader del Movimento e chi lo rappresenta”, aggiunge. “Confermo la chiamata di Beppe Grillo nella quale mi conferma la mia candidatura e se qualcuno deve smentire dovrà essere lui, non certo una casalinga annoiata a capo dell’ufficio stampa del Movimento”. “Se continuano così’ adirò per vie legali considerato il fatto che sono uno stimato professionista conosciuto in tutto il mondo. Poi invece delle parlamentarie faranno le querelarie”, conclude Proto.