M5s, gli otto che se ne sono già andati: 6 al Senato, 2 alla Camera

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 febbraio 2014 20:42 | Ultimo aggiornamento: 27 febbraio 2014 20:46
M5s, gli otto che se ne sono già andati: 6 al Senato, 2 alla Camera

M5s, gli otto che se ne sono già andati: 6 al Senato, 2 alla Camera (Foto Ansa)

ROMA –  Otto tra deputati e senatori lasciano il Movimento 5 stelle dopo l’espulsione di Luis Alberto Orellana, Lorenzo Battista, Fabrizio Bocchino e Francesco Campanella. 

Dopo la cacciata dei 4 senatori dissidenti che hanno annunciato le proprie dimissioni, anche i senatori Maurizio Romani e Maria Mussini si sono dimessi in Senato. All’elenco si aggiungono Monica Casaletto, Alessandra Bencini e Laura Bignami. Tra i nomi dei dimissionari alcuni quotidiano hanno riportato anche il nome di Roberto Cotti, che ha però smentito:

Apprendo da qualche giornale che sarei dimissionario assieme quelle di altri colleghi: ma non è assolutamente così”.

Cotti che, in una pausa dei lavori dell’assemblea del gruppo, smentisce alcune ricostruzioni di stampa che davano lui, insieme a Giuseppe Vacciano, Bartolomeo Pepe e Francesco Molinari in procinto di dare le dimissioni.    Dimissioni, spiega il senatore, che sono conseguenza di problemi oggetto del necessario chiarimento che si sta tentando in assemblea dove sono state affrontate alcune criticità che hanno portato allo show down delle ultime ore.

Alla Camera dei deputati invece dopo le dimissioni di Alessio Tacconi anche Ivan Catalano, un altro deputato M5s, ha annunciato di lasciare per solidarietà agli espulsi.

I due deputati sono stati accusati di tradimento e di avidità. Roberta Lombardi ha commentato così su Facebook:

“I miei ormai ex colleghi Catalano e Tacconi hanno deciso ufficialmente di passare al gruppo misto. Per loro non È mai stata una questione di principio. Per loro è stata fin dall’inizio una questione di soldi ed ora finalmente potranno tenerseli senza discutere con noi altri”.