M5S sospende raccolta fondi per Genova. Bluff 2mila euro per intervistare Grillo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 ottobre 2014 14:30 | Ultimo aggiornamento: 31 ottobre 2014 14:30
M5S sospende raccolta fondi per Genova. Bluff 2mila euro per intervistare Grillo

M5S sospende raccolta fondi per Genova. Bluff 2mila euro per intervistare Grillo

GENOVA – M5S sospende raccolta fondi per Genova. 2mila euro per intervistare Grillo. Il Movimento Cinque Stelle ha sospeso ‘temporaneamente’ la raccolta fondi per l’alluvione di Genova. Lo staff di Grillo ha inviato una mail al conduttore di Lateral (inserto satirico di Radio Capital) Luca Bottura con cui gli si comunica che “l’importo è stato rimborsato presso il conto da cui è partito il bonifico, in quanto l’iniziativa è temporaneamente sospesa”.

Il conduttore accolse la richiesta del leader cinquestelle organizzando tra gli ascoltatori del programma un crowdfunding per arrivare ai 2000 euro richiesti per l’intervista a Grillo, risorse che avrebbero, insieme agli altri contributi, costituito un fondo per l’alluvione di Genova.

L’idea di prendere sul serio Grillo era sorta da subito grazie a Bottura: chi ha contribuito con un euro, chi con cento. Ad ogni donazione, il diritto di fare una domanda a Grillo, domande che Bottura avrebbe girato al leader del M5S durante l’intervista in diretta su Radio Capital, prevista, se Grillo avesse accettato, venerdì 31 ottobre, dalle ore 8.15 alle 9.00, dagli studi della radio in Via Massena 2, a Milano. Quindi la sospensione temporanea. Per ora, quello che è andato a vedere Bottura era un bluff.