M5s denuncia impeachment per Giorgio Napolitano: “Attentato alla Costituzione”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 gennaio 2014 10:09 | Ultimo aggiornamento: 30 gennaio 2014 11:09
Movimento 5 stelle: "Presentato impeachment per Napolitano"

Movimento 5 stelle: “Presentato impeachment per Napolitano”

ROMA – “Abbiamo presentato l’impeachment per il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano“. Vincenzo Maurizio Santangelo, senatore del Movimento 5 stelle, lo ha annunciato in aula la mattina del 30 gennaio.

L’accusa più grave rivolta al presidente Napolitano è quella di “attentato alla Costituzione“, come si legge nella richiesta di impeachment trasmessa al presidente della Giunta per le Autorizzazioni Ignazio La Russa

Tra le accuse al presidente Napolitano c’è il mancato rinvio alle Camere di leggi incostituzionali, l’abuso del potere di grazia e la grave interferenza nei procedimenti giudiziari relativi alla trattativa Stato-mafia.

I parlamentari M5s inotre contestano a Napolitano di aver esercitato pressioni improprie sul Parlamento per imporre una procedura derogatoria dell’articolo 138 della Costituzione per le riforme e di non aver fermato l’abuso della decretazione d’urgenza da parte del Governo.

In una nota diffusa dal Movimento 5 stelle si legge:

“Il Movimento 5 Stelle come annunciato in Aula dal capogruppo al Senato Vincenzo Maurizio Santangelo  ha formalmente depositato in entrambi i rami del Parlamento la denuncia per la messa in stato d’accusa del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Alle ore 11.30 in Sala Nassirya al Senato conferenza stampa dei gruppi parlamentari del Movimento 5 Stelle per presentare l’atto di messa in stato d’accusa del Presidente della Repubblica. Parteciperanno: Luigi Di Maio, vicepresidente Camera dei Deputati, Federico d’Incà, capogruppo Movimento 5 Stelle Camera Vincenzo Maurizio Santangelo, capogruppo Movimento 5 Stelle Senato, Paola Taverna, cittadina al Senato – Movimento 5 Stelle Vito Crimi, cittadino al Senato – Movimento 5 Stelle”.

Mario Giarrusso ha dichiarato a Radio Città Futura: “Napolitano è un eversore della Costituzione perché la sovverte, la calpesta, la viola e noi non gli consentiamo di farlo nel silenzio e nella compiacenza di tutti. Noi diciamo: queste sono le violazioni della Costituzione poste in essere da Napolitano. Vediamo chi si assume la responsabilità di coprirle davanti ai cittadini. Sappiamo che i numeri non sono dalla nostra parte, ma vediamo chi copre un eversore della Carta Costituzionale”.